Ad Arta Terme l’accoglienza turistica raddoppia

Da qualche giorno, all’Arta Terme Infopoint gestito dal personale di Promoturismo FVG, che accoglie turisti e visitatori nella hall del Palazzo delle Acque della stazione termale, uno dei siti più strategici e frequentati del territorio, si affianca un secondo ufficio di informazioni e accoglienza in Via Umberto I, grazie all’impegno del Consorzio Arta Terme Benessere Alpino.

Situato nel cuore del borgo di Arta Terme, in Via Umberto I n. 15, anche quest’anno l’ufficio turistico del paese offre un servizio complementare a quello di Promoturismo FVG, garantendo l’accoglienza ai turisti anche nel centro storico.
L’ufficio è aperto dal lunedì al sabato, dalle 15.30 alle 19.30 e il servizio è curato dal Consorzio Turistico Arta Terme Benessere Alpino con  la presenza di Fanny Boria, esperta di marketing e FVG Ambassador, formata ad hoc e inserita in collaborazione con l’ente formativo Cramars.

“Qui il turista può trovare materiale informativo sul territorio, il calendario delle attività e degli eventi di tutta l’area, prodotti tipici e oggettistica del territorio in vendita, ma anche un consiglio in più per individuare la proposta turistica più rispondente ai desideri del nostro ospite” racconta la Presidente del Consorzio Chiara Gortani. “Facciamo anche da punto informazioni per la prenotazioni di alloggi, garantiamo il supporto al Festival Darte che ha inserito una persona nella nostra sede per la durata della rassegna musicale e fungiamo da punto logistico per alcuni degli eventi del territorio”.

“Nell’ufficio turistico del Consorzio di Arta Terme è possibile anche prenotare le escursioni tematiche di conoscenza del territorio che organizziamo e promuoviamo in collaborazione con Promoturismo e acquistare la guida pocket “Arta Terme e la Carnia”, che il Consorzio ha realizzato con l’editore ‘Viatoribus – il viaggio oltre i luoghi comuni”.

La guida pocket “Arta Terme e la Carnia”, stampata in 5.000 copie in italiano e inglese, è la prima guida turistica tascabile che interagisce con lo smartphone dei viaggiatori attraverso un QRCode: contiene le esperienze wow e gli aspetti più autentici e profondi del territorio, le eccellenze, le curiosità, grazie ai testi e alle immagini evocative firmati dal giornalista e fotografo Enrico Caraccio. Attraverso il QR Travel il viaggiatore si sposta dalla carta al digitale, trovando tutti gli strumenti pratici e le informazioni essenziali per muoversi e scoprire il territorio, guidato lungo gli itinerari con tracce GPX.

ULTIM'ORA - FLASH NEWS
.:: ENTRA ::.