Al via le celebrazioni per il Centenario del Milite Ignoto, gli appuntamenti ad Aquileia e dintorni

Il viaggio del Milite Ignoto rappresenta uno dei massimi momenti di unità nazionale, e quest’anno, in occasione del Centenario, viene celebrato in tutta Italia con manifestazioni organizzate sia dai singoli Comuni che dal Ministero della Difesa. In Friuli Venezia Giulia, il progetto “Milite Ignoto: un viaggio lungo cent’anni” ha come obiettivo la valorizzazione storica e culturale dei luoghi più significativi legati a questa figura, per porre il territorio al centro di un percorso diffuso sul conflitto e sulla transizione postbellica.

L’iniziativa “Milite Ignoto: un viaggio lungo cent’anni” è il progetto a cura del Consorzio Culturale del Monfalconese e del Comune di Aquileia ed è realizzato con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. È organizzato in partnership con Fondazione Aquileia, Proloco di Aquileia, Proloco di Fogliano di Redipuglia, Comune di Fogliano di Redipuglia, Comune di Monfalcone, Gruppo Storico Culturale – I Grigioverdi del Carso e PromoTurismo FVG e si inserisce nel progetto nazionale del “Centenario del Milite Ignoto 1921-2021”.

Dal 25 settembre al 4 novembre 2021 una serie di eventi animeranno Aquileia e dintorni, località simbolo per le vicende legate al Milite Ignoto e connesse a doppio filo con la storia della Grande Guerra. La salma del Milite fu scelta infatti fra undici spoglie da Maria Bergamas, madre di uno dei tanti soldati caduti, in una cerimonia solenne nella Basilica Patriarcale di Aquileia il 28 ottobre 1921: le altre dieci salme a cui non fu possibile dare un’identità sono da allora preziosamente custodite nel Cimitero degli Eroi di Aquileia. Espressione del nostro territorio, ne è nato un calendario ricco di eventi, mostre, rappresentazioni in costume d’epoca, visite guidate e altre iniziative, fortemente desiderato e supportato dal Comune di Aquileia e da tutti i partner dell’iniziativa per ripercorrere gli itinerari che hanno segnato la storia italiana e, soprattutto, per non dimenticare.

“Nella ricorrenza del Centenario del viaggio del corpo del Milite Ignoto – ha dichiarato il presidente del Consorzio Culturale del Monfalconese Davide Iannis – morto sulle terre di cui oggi il Consorzio Culturale del Monfalconese ne custodisce storie e memorie, concorrere nel coordinare ed organizzare una serie di eventi che ricordino storie e genti che su queste terre, private delle loro comunità originarie profughe in Italia ed Austria Ungheria, hanno combattuto e perso la vita in un percorso di identità nazionale è stato per noi un impegno morale. Oggi, a cento anni di distanza, ricordare l’ultimo viaggio di un “figlio” che non è più tornato a casa per essere morto in guerra è più attuale che mai. Ricordare che questa guerra non è successa in un luogo lontano ma qui, una guerra che ha segnato il territorio, le genti e le memorie è uno dei compiti dell’Ecomuseo Territori che speriamo di aver onorato con il nostro lavoro in questo progetto”.

Altri eventi, sotto invece al cappello delle celebrazioni nazionali, ma sempre con la regia del Comune di Aquileia, sono organizzati insieme al Ministero della Difesa.

ANTICIPAZIONI DELLE CELEBRAZIONI NAZIONALI

Gli eventi nazionali in occasione del Centenario sono soprattutto un omaggio alla solenne tumulazione del Milite Ignoto all’Altare della Patria a Roma, in rappresentanza del pesante bilancio di vite umane perse nel corso del Primo Conflitto Mondiale. Il 26 settembre segna l’apertura delle celebrazioni organizzate in collaborazione con il Ministero della Difesa, con l’arrivo da Roma, alle 17.00 della Bandiera che avvolse il Milite Ignoto nel suo ultimo viaggio verso la Capitale il 29 ottobre 1921. Per celebrare l’evento è stata organizzata dal Gruppo Storico Culturale – I Grigioverdi del Carso, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Alpini, sezione di Aquileia, una rappresentazione dell’Addestramento del Regio Esercito. La Bandiera resterà esposta nella Basilica dove sarà possibile visitarla fino al suo ritorno a Roma il prossimo 29 ottobre.

Gli eventi di rilevanza nazionale riprendono giovedì 28 ottobre con la Santa Messa nella Basilica di Aquileia, a cui seguirà il concerto “Aquileia Mater”. La giornata di venerdì 29 ottobre vede come evento principale una cerimonia dedicata ai Caduti al “Cimitero degli Eroi”, con il sorvolo delle Frecce Tricolori e un breve spettacolo aereo sui cieli di Aquileia. Nel corso della tarda mattinata, un corteo militare partirà dalla Basilica di Aquileia portando con sé la Bandiera fino alla stazione di Cervignano: un treno speciale partirà alla volta di Roma, con una delegazione locale, per riconsegnare la Bandiera all’Altare della Patria. Il treno ripercorrerà le stesse tappe del viaggio del 1921 con l’arrivo a Roma previsto per mercoledì 3 novembre. La cerimonia ufficiale di riconsegna si terrà giovedì 4 novembre, giornata di chiusura di tutte le celebrazioni dedicate al Milite Ignoto.

“Nell’ambito delle Celebrazioni per il Centesimo Anniversario del Milite Ignoto – ha dichiarato Emanuele Zorino Sindaco di Aquileia –  l’Amministrazione Comunale di Aquileia in concerto con la virtuosa rete territoriale di Enti e di realtà locali che si è attivata in vista di queste Celebrazioni, ha organizzato una serie di eventi attraverso i quali si intende celebrare la memoria dell’Ignoto Milite, simbolo del pesantissimo tributo di vite umane pagate a causa dell’orribilità della guerra, e dar voce alla vitalità dei valori della memoria collettiva. Abbiamo inoltre avviato – prosegue Zorino – il pregevole progetto di recupero, restauro e valorizzazione nazionale di alcuni luoghi simbolo di Aquileia e di questo importante momento storico, quali il Cimitero degli Eroi e la già Stazione Ferroviaria, punto di partenza del viaggio verso Roma del Soldato Ignoto. Luoghi che rappresentano un’ulteriore opera di valorizzazione del nostro territorio, luogo simbolo della storia nazionale e internazionale”.

GLI EVENTI DEL TERRITORIO

Il calendario locale offre un’ampia gamma di attività, tra visite guidate, laboratori, presentazioni, concerti e commemorazioni storiche organizzate da tutti i partner coinvolti nel progetto “Milite Ignoto: un viaggio lungo cent’anni“. Si inizia il 25 settembre alle 20.00 con il percorso tematico “Il Milite Ignoto ad Aquileia” che comprende la visita guidata della Basilica Patriarcale di Aquileia alla scoperta dei mosaici paleocristiani e della storia del Milite Ignoto e un tour degli archivi del Museo Archeologico Nazionale. La stessa sera, alle 20.45 il concerto dell’Associazione Culturale Musicale “San Paolino” animerà la Piazza Pirano di Aquileia con un’esibizione di un ensemble di fiati.

A ottobre gli appuntamenti si infittiscono e per tutte le domeniche del mese è previsto un momento musicale a cura dell’Associazione Culturale Musicale “San Paolino” dal titolo “Al milite ignoto”.

La prima visita guidata organizzata in occasione del Centenario dalla “Proloco Fogliano Redipuglia” è in programma per sabato 2 ottobre e prende il titolo “Sulle orme del Milite Ignoto”. Con lo storico Roberto Todero si ripercorrerà uno degli undici itinerari simbolo dove si sono effettuate le richerche delle salme dei soldati che avrebbero dovuto rappresentare il Milite. L’escursione vuole ricordare il ritrovamento di una fossa comune contenente dieci salme, a cui seguì il ritrovamento di un’ultima salma che fu poi quella scelta per rappresentare il Milite. L’appuntamento si ripete giovedì 4 novembre.

Domenica 3 ottobre è la volta del tour “Il milite Ignoto: uno dei tanti, uno per tutti”: il percorso avrà inizio simbolicamente con la visita ad uno dei campi di battaglia più importanti del Fronte dell’Isonzo, il Monte San Michele, concludendosi a Redipuglia. Nel corso dell’escursione sarà proposto un approfondimento con spiegazioni storiche relative ai siti in che riconducono alla storia del Milite Ignoto e all’importanza del territorio per gli eventi bellici e per le dinamiche della memoria. L’escursione è condotta da Elisa de Zan e si ripete con altri due appuntamenti nella giornata del 30 ottobre.

Nel pomeriggio di sabato 9 ottobre il calendario propone un appuntamento speciale dedicato ai più piccoli (fascia 9-12 anni). Si tratta di un laboratorio didattico dal titolo “Storia di un vocabolario che partecipò alla grande guerra”: un incontro per introdurre a un pubblico di giovanissimi una serie di parole chiave per tratteggiare il primo conflitto mondiale. L’evento avrà luogo al Melon’s Club di Aquileia. Nella stessa giornata, alle 19, ci sarà la presentazione del libro “Il treno dell’Ignoto” alla Cantina Ca’Tullio ad Aquileia in presenza dell’autrice Paola Zambelli.

Venerdì 15 ottobre (con ripetizione il 27 ottobre e il 4 novembre) è in programma la visita guidata “Il Milite Ignoto. L’uomo, la vittoria, la gloria”: un percorso alla scoperta della Basilica di Aquileia accompagnato da suggestivi racconti della storia del Milite. Sabato 16 ottobre e sabato 23 ottobre sono in programma due presentazioni di volumi storici: “La Zona monumentale del Sabotino” di Marco Mantini  e “La religione civile di un popolo” di Roberto Todero.

Il primo volume fa parte della collana “Archeologia di guerra” e si propone come uno strumento per comprendere l’affascinante metamorfosi di un Monte che per i suoi trascorsi bellici entrò nel mito collettivo della Grande Guerra e fu dichiarato “Zona Monumentale”. La seconda pubblicazione è invece pensata per insegnanti e studenti con lo scopo raccontare il sacrificio collettivo compiuto per coronare il Risorgimento e promuovere il senso della Patria.

Per tutti gli appassionati di filatelia, il 28 ottobre ci sarà un evento speciale di Annullo Postale organizzato dalla Associazione Nazionale Alpini – Sezione di Aquileia: sarà possibile apporre lo speciale timbro su cartoline a tiratura limitata realizzate per le celebrazioni.

Sabato 30 e domenica 31 ottobre tornano le celebrazioni rievocative con la rappresentazione scenica de “La via del Milite Ignoto”: un viaggio nel tempo attraverso volti, abiti ed oggetti alla scoperta dei più vari aspetti riguardanti la Grande Guerra, fedelmente riprodotti da esperti storici, tra cui il Gruppo dei Grigioverdi del Carso. Durante la manifestazione si verrà guidati attraverso postazioni militari, posti di primo soccorso ed accampamenti dove poter ascoltare le vicende e toccare con mano oggetti di uso quotidiano che hanno caratterizzato la vita di soldati e civili durante il conflitto.

Tutte le informazioni, gli orari e i dettagli per le prenotazioni delle visite guidate riguardanti gli eventi che fanno parte dell’iniziativa “Milite Ignoto: un viaggio lungo cent’anni” si possono trovare all’interno di una sezione del sito ufficiale di PromoTurismo FVG (www.centenariomiliteignoto.com) realizzata appositamente per il Centenario e in aggiornamento continio. All’interno del sito stesso sarà pubblicata una sezione dedicata agli “Itinerari alla scoperta del Milite Ignoto”, una serie di percorsi ideati da Andrea Ferletic, esperto della Grande Guerra e presidente del gruppo “I Grigioverdi del Carso” che ripercorrono tutti i luoghi più significativi legati al Milite.

ULTIM'ORA - FLASH NEWS
.:: ENTRA ::.