Barcolana: Regione, 53ma edizione sulla scia successo economico Fvg

Trieste – La Barcolana è un grande mosaico che si è composto tessera su tessera, anno su anno, diventando un evento internazionale in grado di rappresentare nel mondo non solo Trieste e il Friuli Venezia Giulia ma l’Italia intera: è un brand che sempre la Regione promuove nelle sue missioni in Italia e all’estero e che fa bene al turismo, in un anno in cui tutti gli indicatori economici sono eccezionali e vedono la regione in prima fila per risultati di Pil (+6,3%): un presupposto importante per il successo della regata nella sua 53ma edizione.

Lo ha sottolineato l’assessore regionale alle Attività produttive e Turismo portando il saluto del governatore del Friuli Venezia Giulia alla presentazione della 53ma edizione della Barcolana in programma dall’1 al 10 ottobre.

La grande festa del mare di Trieste è stata illustrata nel dettaglio, alla presenza del presidente di Generali Gabriele Galateri di Genola, dal presidente della Società Velica di Barcola e Grignano Mitja Gialuz che nell’occasione ha dato notizia del risultato della RoundItaly Genova-Trieste, partita il 16 settembre scorso ed entrata nella storia delle regate con un tempo record (6 giorni, 18 ore 3 minuti e 57 secondi) base per futuri risultati di percorrenza nella rotta che unisce l’Italia e i due principali eventi velici: il Salone Nautico di Genova e la Barcolana di Trieste.

Nuove regate, come appunto la RoundItaly e la regata di avvicinamento da Ravenna a Trieste, un forte impegno sociale sui temi della sostenibilità e inclusione, la grande festa in mare e a terra, dove Rive e Piazza Unità saranno il cuore dell’evento, e un lavoro congiunto tra Barcolana e Generali per dare evidenza e rilevanza alle donne di mare in un percorso di visibilità e inclusione: questi, in sintesi, i temi principali della Barcolana 53 le cui iscrizioni si chiudono il 30 settembre. Il presidente di Generali, partener di Barcolana da 40 anni, ha sottolineato come ritornare in mare, praticando lo sport e mettendo al centro il confronto su temi come l’ambiente, la diversità e inclusione, la sostenibilità, renderà l’esperienza ancora più significativa.

Con Generali Barcolana ha infatti progettato quest’anno il Trofeo Generali – Women in Sailing, che premierà la prima donna timoniere di un equipaggio misto che taglierà la linea del traguardo in Barcolana, e un racconto che darà visibilità alle storie delle donne presenti in occasione dell’evento: dalla velista oro olimpico a Tokio, Caterina Banti, a quella delle scienziate che studiano il mare, protagoniste del Barcolana Sea Summit, alle tante veliste che da anni regatano nel golfo.

Accanto all’impegno sul tema dell’inclusione, infine, Generali ha sostenuto Barcolana nell’internazionalizzazione, supportando “Barcolana the biggest sailing race in the world”, primo libro in inglese della regata edito da HarperCollins. In mare spazio all’innovazione con l’inserimento nel calendario Barcolana della Portopiccolo Maxi Race, con tre giorni di regate dedicate agli scafi “di taglia maxi” in programma dal primo al 3 ottobre, ma anche alla tradizione con le classiche regate del periodo Barcolana al via sabato 2 ottobre: spetta ai giovani della Barcolana Young il 2-3 ottobre, contemporaneamente agli agonisti della classe Melges 24, aprire il calendario eventi in mare. Tutti gli appuntamenti sono online sul sito www.barcolana.it e sulla nuova app per smartphone.

ULTIM'ORA - FLASH NEWS
.:: ENTRA ::.