“Ciocco Monfalcone”: alla scoperta del cioccolato con la Ciokofabbrica

La manifestazione sarà inaugurata alle 11 di venerdì 7, mentre gli stand, all’interno di una tensostruttura

75

Laboratori per i più piccoli, corsi di cucina per la preparazione di deliziosi cioccolatini e torte e la possibilità di conoscere tutti i segreti del cioccolato, assistendo dal vivo alla sua produzione: la Ciokofabbrica, la prima Fabbrica Culturale del Cioccolato Itinerante in Europa, sarà a Monfalcone in piazza della Repubblica per un fine settimana all’insegna della dolcezza, da venerdì 7 a domenica 9 febbraio.

Un evento senza precedenti per Monfalcone, voluto fortemente dal Comune, in quanto occasione preziosa per saperne di più sulla storia e la produzione del cibo degli dei, oltre che ovviamente per gustarlo. La manifestazione sarà inaugurata alle 11 di venerdì 7, mentre gli stand, all’interno di una tensostruttura che riparerà dal freddo e dall’eventuale maltempo, saranno operativi nelle tre giornate dalle 10 alle 21.

“È con grande orgoglio che annunciamo che Monfalcone sarà testimonial da venerdì a domenica di questa grande eccellenza italiana, attraverso la Ciokofabbrica, che darà grande spazio all’aspetto educativo oltre a quello della degustazione.

Per tutti ci sarà l’occasione di conoscere come nasce la cioccolata, di vedere qual è il procedimento di lavorazione e di capire quanta passione e quanto lavoro accompagnano la realizzazione di questo prodotto che è motivo di vanto per il nostro Paese”, ha spiegato il sindaco, Anna Maria Cisint, in occasione della conferenza stampa di presentazione dell’evento. Sono intervenuti anche i cioccolatieri Fausto Ercolani e Daniele Giurdanella, rispettivamente di Perugia e di Modica, insieme a Vincenzo Rovinelli della Flash, che coordina con il Comune l’iniziativa.

Grazie alla “Ciokofabbrica – bean to bar” (dalle fave di cacao al cioccolato) i visitatori potranno conoscere il processo tecnico-produttivo del cioccolato a partire dalle fave fermentate. Saranno usate solo fave di cacao dell’Ecuador (National Arriba), quindi cacao di qualità, ricco in termini scientifici di magnesio, ferro e vitamina C, vitamine del gruppo B e oligoelementi come zinco, rame e selenio, con un’alta percentuale di flavonoidi, antiossidanti per eccellenza.

A fornire tutte le indicazioni utili saranno due esperti d’eccezione: il Maestro Cioccolatiere di Perugia Fausto Ercolani e il Tecnico della Ciokofabbrica Andrea Ercole. Protagonista dell’evento sarà anche il cioccolato di Modica, particolare per la lavorazione a freddo e per il fatto di non contenere né latte né glutine, prodotto che da circa un anno può vantare la certificazione IGP.

Si potrà così vedere che con l’aiuto di una macchina chiamata “frangi cacao” le fave sono ridotte in pezzi di piccola grandezza e che poi un sistema di setacci e di aspiratori separa la buccia esterna dando origine alla granella di cacao, o così detta “gruè di cacao”. Questa è poi sottoposta a una raffinazione grossolana per urto e il calore generato dall’apposito mulino a pioli o “grinder” fonde il burro di cacao contenuto nella granella ottenendo così una massa di cacao, morbida e umida, che si rapprende con il raffreddamento.

Il processo di preparazione del cioccolato vero e proprio inizia con la successiva “miscelazione”. Alla pasta di cacao raffinata sono aggiunti gli altri componenti, quindi zucchero e vaniglia per il cioccolato fondente o zucchero, vaniglia e latte in polvere per la variante al latte.

La pasta di cioccolato raffinata è poi inserita all’interno di una macchina (conca) con temperatura controllata, agitata e rimescolata per lungo tempo. Gli ingredienti così si amalgamano alla perfezione, si distillano le ultime tracce di acidità e di umidità, si sviluppano e si esaltano gli aromi. Successivamente il cioccolato è temperato, modellato e raffreddato.

La Ciokofabbrica darà ampio spazio alla parte educativa, anche con attività didattiche per le scuole primarie, con il racconto di tutte le fasi lavorative dalla raccolta alla trasformazione delle fave di cacao, concludendo con la consegna del cioccolato ai bambini. Un’opportunità utile poi per i ragazzi dell’Istituto Alberghiero, che potranno conoscere tutti gli aspetti tecnici legati alla lavorazione del cacao.

Tante le iniziative pratiche che saranno proposte: tra queste “Come fare un cioccolatino a casa” e “Tecniche di preparazione di torte al cioccolato anche per celiaci”, a cura della maestra pasticcera Marcella Idili. La stessa terrà anche il laboratorio per bambini “Mani in pasta”, che culminerà nella produzione di biscotti da parte dei più piccoli partendo dalle materie prime come burro, farina e zucchero.

Durante le tre giornate la Ciokofabbrica sarà aperta alle visite da parte di tutti gli interessati, sempre sotto la guida di esperti. Venerdì 7, dopo il taglio del nastro, tra le 11.45 e le 13 le scuole saranno protagoniste del percorso educativo “Dalla tostatura della fava di cacao alla creazione della pasta di cacao”, che sarà ripetuto dalle 16 alle 19. Dalle 17 alle 18 ci sarà lo show-cooking aperto a tutti. “Tecniche di preparazione di torte al cioccolato anche per celiaci”.

Sabato 8 dalle 11 alle 13 e dalle 16 alle 19 sarà proposto per gli alunni delle primarie il percorso educativo “Dalla Pasta di Cacao alla Creazione della Cioccolata”, mentre alle 17 sarà la volta del laboratorio per i bambini “Mi impasto di cioccolato”.Domenica 9, dalle 11 alle 13 e dalle 16 alle 18, saranno sempre protagonisti i bambini, con “Incontriamo il nostro Willy Wonka” e la “Fabbrica del Cioccolato”.

Dalle 11:45 alle 13 e dalle 16 alle 19 sarà la volta del percorso educativo “Dalla fava di cacao alla cioccolata”, nel cui ambito alcuni ospiti saranno attivamente coinvolti nella creazione dei cioccolatini. Infine dalle 17 alle 18 Fausto Ercolani condurrà i presenti alla scoperta di “Cioccolatini artigianali e oggettistica in genere” dimostrazione a cura del maestro Fausto

Donazione a Nordest24.it

10,00
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €10,00

ULTIM'ORA - FLASH NEWS
.:: ENTRA ::.