Coronavirus, risale la curva dei contagi: 712 morti in 24 ore

Nel dettaglio, a oggi si contano 24.753 ricoverati, 3.612 in terapia intensiva, 33.648 in isolamento domiciliare.

538

Tornano a salire i nuovi casi di coronavirus in Italia, dopo il calo degli ultimi giorni.

I casi totali ammontano oggi a 80.539, con un aumento di 6.153 nuovi positivi in un giorno, quasi mille in più di ieri quando erano stati 5.210.

E si avvicina purtroppo il primato mondiale di casi, detenuto dalla Cina con 81.869 positivi dall’inizio dell’epidemia.

A pesare soprattutto il dato lombardo, con circa 800 casi in più rispetto all’aumento di ieri.

Sono 62.013 gli attualmente positivi (+4.492 contro +3.491 di ieri), 10.361 guariti (999 più di ieri, quando erano stati 1.036) mentre calano i decessi, 662 in un giorno (ieri 683), che portano il totale a 8.165.

Sono i dati forniti al punto stampa delle 18 in Protezione Civile.

Nel dettaglio, a oggi si contano 24.753 ricoverati, 3.612 in terapia intensiva, 33.648 in isolamento domiciliare. 

In Lombardia 387 morti in 24 ore

I decessi in Lombardia sono arrivati a 4.861, con un aumento di 387 vittime nelle ultime 24 ore. Sono i dati resi noti dall’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera. Sono 27 i nuovi ricoveri in terapia intensiva, mentre sono 655 i nuovi accessi nei reparti normali. “Purtroppo sono dati che segnano una crescita, anche significativa”, ha detto Gallera.

Gori: A Bergamo 212 morti non contati

A Bergamo, dall’1 al 24 marzo, i decessi dei residenti sono stati 446: 348 più della media degli ultimi anni (98). I decessi ufficialmente dovuti al Covid-19 nel periodo sono 136. Ce ne sono 212 in più”. Lo scrive sul suo profilo twitter il sindaco di Bergamo Giorgio Gori. “Con una mortalità all’1,5-2%, i contagiati in città sarebbero tra 17 e 23mila”, conclude Gori. 

Miozzo: Non è un’epidemia che nell’arco di 48 ore trova facile soluzione

“Stiamo cercando di capire il perché dell’aumento nuovo della curva dei contagi, potrebbe essere un accumulo dei risultati dei test fatti nei giorni precedenti, ma è un’ipotesi”, ha detto il vicecapo della Protezione civile Agostino Miozzo in conferenza stampa.

Miozzo: “Ci auguriamo Borrelli torni al comando presto”

“Il capo dipartimento Borrelli ha fatto il test, fortunatamente ieri sera il tampone è risultato negativo, ci auguriamo presto possa riprendere il comando del dipartimento e rientri da questo periodo di malattia”. Lo ha detto il vicecapo della Protezione civile Agostino Miozzo in conferenza stampa.

RIVEDI LA DIRETTA VIDEO

Conferenza stampa del 26 marzo 2020 ore 18

🔴 Siamo in diretta con i direttori Agostino Miozzo e Luigi D'angelo per fare un punto sull'emergenza Coronavirus 👇

Pubblicato da Dipartimento Protezione Civile su Giovedì 26 marzo 2020

Donazione a Nordest24.it

50,00
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €50,00

ULTIM'ORA - FLASH NEWS
.:: ENTRA ::.