Costa Azzurra: Saint Tropez si conferma regina dell’estate

Tra le mete più gettonate anche quest’estate è immancabile la Costa Azzurra, che si snoda tra la Liguria e la Francia in una serie di località una più suggestiva dell’altra. Tra queste, viene spesso prescelta la bellissima Saint Tropez, dove arte e mare si uniscono in panorami mozzafiato. Uno dei modi di viaggiare che sempre più italiani preferiscono è il volo aereo privato, che in questi ultimi tempi di pandemia risulta essere la soluzione migliore per muoversi in sicurezza e tranquillità. Si tratta di un’opportunità divenuta sempre più accessibile che offre numerosi vantaggi. Per sapere quanto costa un volo privato è possibile affidarsi a portali specializzati come Fastprivatejet.com che offre la possibilità di richiedere un preventivo gratuito al fine di conoscere le spese da sostenere.

Il jet privato e i suoi vantaggi

Chi decida di viaggiare con un jet privato avrà innanzitutto la certezza di avere i compagni di viaggio di sua scelta, quindi si muoverà senza il rischio di assembramenti: ancor più che su un volo di linea, poi, i controlli e le igienizzazioni a bordo sono oggetto di massima attenzione e avvengono sia al rientro che prima della partenza. Non solo, ma non ci sarà bisogno di fare lunghe attese ai gate giungendo in aeroporto oltre due ore prima, perché basteranno pochi minuti per imbarcare i bagagli. Questi ultimi, tra l’altro, non presentano i parametri rigidi che vengono richiesti sui voli classici, ma è possibile accordarsi con il personale dedicato sul numero delle valigie senza dover sottostare a verifiche troppo rigide riguardanti le misure e il peso.

L’elasticità riguarda anche la possibilità di spostare, se necessario, date e orari di partenza, sempre previo accordo preventivo. Non si rischierà più, quindi, di perdere il volo per un imprevisto o addirittura di vederselo cancellato.

Cosa vedere a Saint Tropez

Il mare e le spiagge rappresentano di certo le attrazioni principali in una località come Saint Tropez. La Ponche è una delle più gettonate dai turisti, per la sua posizione centrale, ma celebre è anche Pampelonne Beach, più defilata ma frequentata da volti celebri e, soprattutto, circondata dalla natura: tra la sabbia chiara e il mare cristallino s’inseriscono il verde dei bambù e dei vigneti circostanti. LesSalins, invece, ha un fascino particolare per le sfumature rosa dei coralli, mentre la Fontanette offre sabbia e ciottoli vicino al golfo.

A Saint Tropez non possono mancare, quindi, gite in barca o in pedalò ma neanche sport acquatici per gli appassionati di windsurf e snorkeling, oltre a passeggiate sul lungomare tra i locali e i negozi caratteristici della località. La Ponche, ad esempio, oltre alla spiaggia attrezzata offre anche la possibilità di immergersi nell’atmosfera del passato nel villaggio di pescatori, mentre non è raro trovare avventori che giocano a bocce (petanque) a Place desLices; qui, tra platani e una suggestiva fontana risalente al 1700, si può consumare al caratteristico Café desarts.

In Place auxHerbes, poi, viene allestito un mercato con bancarelle che vendono prodotti locali, quali ceramiche, generi alimentari come marmellate e paté e saponi realizzati in questa zona.

Architettura e pittura sono due forme d’arte che, a Saint Tropez, si possono ritrovare rispettivamente nella barocca chiesa di Notre Dame de l’Assomption e nel Musée de l’Annonciade ove sono conservati dipinti di Matisse, Marquet e Signac. Il Musée d’Histoire Maritime rappresenta invece la culla storica della città fino al 1944, con reperti, foto e persino incontri dal vivo con i marinai della zona.

Da segnalare è anche la Maison de Papillons, ovvero la Casa delle Farfalle, ove ammirare più di 4 mila esemplari di questi incantevoli lepidotteri.

ULTIM'ORA - FLASH NEWS
.:: ENTRA ::.