Crisanti: “L’Italia farà la fine dell’Inghilterra”

Il direttore del laboratorio di Microbiologia e virologia di Padova, Andrea Crisanti

Nell’ultimo bollettino diramato dalla Regione Veneto i nuovi casi sono stati 457, portando a 7.782 il numero totale dei positivi.

“È un’anticipazione di quello che succederà in Italia”, ha dichiarato il professore Andrea Crisanti, nel corso del programma Agorà estate. “Considerando anche che il tasso di protezione tramite vaccino da noi è inferiore a quello inglese, non ci vuole l’arte divinatoria: quello che succederà in Italia è scritto nel grafico dell’Inghilterra, passata in 40 giorni da mille a 50 mila casi giornalieri. Da 2-3 a 50 morti al giorno, da 500 ricoverati a 2. 500”.

E ancora: “In Inghilterra il tasso di casi gravi è molto diminuito, perché senza vaccino ci sarebbero 700-800 morti al giorno. Ma, se non farà qualcosa, avrà 100 morti al giorno, 40 mila all’anno. Non c’è malattia in questo momento che causa questi numeri. Paragonare il Covid all’influenza è una fandonia gigantesca, che mostra che abbiamo un tasso di analfabetizzazione a livello di sanità incredibile: l’influenza causa 7 mila morti all’anno”.

ULTIM'ORA - FLASH NEWS
.:: ENTRA ::.