Emozioni a Trieste: San Nicolò si cala dalla scala dei pompieri e consegna i regali ai bimbi del Burlo

4

“Il Burlo Garofolo, i Vigili del Fuoco e San Nicolò rappresentano tre pilastri intoccabili della città di Trieste. Vederli oggi uniti in un evento di grande valore sociale, dimostra quanto sia importante regalare ai bambini ricoverati in ospedale un momento di gioia e di spensieratezza durante una fase di difficoltà della loro vita”.

A Trieste sorpresa per i bimbi ricoverati: San Nicolò si cala dall’alto

Lo ha detto oggi a Trieste il vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, nel corso della consegna dei regali da parte dei Vigili del Fuoco a un gruppo di bambini ricoverati al Burlo Garofolo.

Protagonista San Nicolò, che si è calato dalla scala di un autocarro dei pompieri e ha raggiunto uno dei reparti del nosocomio infantile.

Il vicegovernatore, incontrando alcuni operatori della struttura, ha ricordato come nella riforma sanitaria appena approvata sia previsto che le esperienze e le competenze del Burlo possano uscire da Trieste, senza stravolgere l’autonomia delle altre strutture regionali.

“È un provvedimento – ha spiegato Riccardi – che va nella direzione della specializzazione delle attività perché l’obiettivo è quello di garantire un futuro al nostro sistema sanitario. In quest’ottica bisogna costruire le migliori condizioni per erogare servizi e prestazioni di alta qualità”.

I dirigenti del Burlo hanno colto l’occasione per manifestare la loro soddisfazione relativamente all’avvio del progetto della scuola in ospedale che prevede, grazie alla collaborazione tra Regione, Ufficio scolastico Fvg e le scuole, la realizzazione di interventi innovativi a sostegno dei bambini e degli alunni ricoverati nelle strutture ospedaliere e nel proprio domicilio.