Fvg, forte boato nel pomeriggio: aereo sfonda il muro del suono

A rinforzare l'ipotesi che sia stato un caccia militare a causare il boato c'è il fatto che, nella stessa zona, erano in corso alcune esercitazioni dell'Aeronautica militare.

11362

Momenti di apprensione dopo le ore 15:30 di oggi martedì 29 settembre 2020 in Friuli Venezia Giulia, dove, in buona parte della regione si è udito un boato, talmente forte da far tremare le finestre delle abitazioni.

Il rumore è da attribuirsi con ogni probabilità ad un caccia militare che ha sfondato il muro del suono.

Il fenomeno si è sentito soprattutto nella zona orientale, fra Gradisca d’Isonzo, Buttrio, Pavia, Lauzacco, Cormons, ma numerose segnalazioni sono giunte da tutta la provincia di Gorizia e anche da alcune zone dell’udinese.

Il forte boato, chiamato tecnicamente boom sonico, viene provocato dalla rottura della barriera del suono.

Sui social diversi utenti hanno segnalato di aver sentito il rumore, come se si fosse trattato di un’esplosione.

A rinforzare l’ipotesi che sia stato un caccia militare a causare il boato c’è il fatto che, nella stessa zona, erano in corso alcune esercitazioni dell’Aeronautica militare.

Già in passato, c’erano stati attimi di paura per boom sonici. In quel caso erano stati provocati da due Eurofighter dell’Aeronautica, che avevano rotto la barriera del suono per intercettare un aereo di linea francese che aveva compiuto una manovra sospetta.

Donazione a Nordest24.it

10,00
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €10,00

ULTIM'ORA - FLASH NEWS
.:: ENTRA ::.