Gervasutta “solo Covid”, riabilitazione negata, ma la mamma vince la battaglia per il figlio

UDINE. Viene investito da un’auto e dopo essere stato “miracolato” necessita di cure riabilitative che però vengono negate all’ ospedale Gervasutta di Udine a causa della mancanza di posti letto dovuta all’emergenza Covid.

È questo il più grande scoglio davanti al quale si è ritrovata una mamma che necessitava nei giorni precedenti della riabilitazione per il proprio figlio che il 21 marzo era rimasto vittima di un incidente stradale investito da un’automobile.

Non si è data per vinta e attraverso i social network ha lanciato un messaggio di disperazione ed appello d’aiuto che è arrivato fino al vice governatore della regione Friuli Venezia Giulia con delega alla salute Riccardo Riccardi che è riuscito in qualche modo a far vincere la battaglia a quella madre.

Riportiamo di seguito i dettagli della vicenda con i post pubblicati da Nadia Fileccia in lotta per le cure del figlio.

PRIMO POST, HO BISOGNO DI AIUTO.

Mio figlio il 21 marzo è stato vittima di un incidente dove una macchina lo ha falciato senza rispettare il dare precedenza. Lui era in scooter ed è vivo per miracolo.
Ora sorvolando sugli interventi e sulle fratture, lui è allettato avrebbe bisogno di andare all’ospedale Gervasutta per fare riabilitazione intensiva per recuperare la sua mobilità.

Lui ha SOLO 26 anni.

Bene l’ospedale ortopedico di Udine (l’unico in regione) ha battuto i pugni ha cercato in ogni modo di fare questo trasferimento ma esiste solo il covid e lo hanno respinto per mancanza di posti.
Il Gervasutta così ha deciso.
RESPINTO.

Hanno respinto un ragazzo che dovrà stare allettato per 80 giorni E non potrà MUOVERSI E NEANCHE SEDERSI.
E la riabilitazione? E ciò che prima era prassi ordinaria?
Non esiste più la prassi ordinaria.
Quindi lunedì o è a casa o è in una rsa pet 20 giorni.
Ho bisogno del vostro aiuto.
Cosa posso fare?
Dove vado a battere i pugni?
Dove spacco le vetrate?
Cosa devo fare, avete conoscenze?
Scrivetemi anche via messanger ogni aiuto è utile
Grazie

Ps: questo è lui.
È un ragazzo giovane e con strade favolose davanti a sé, non esiste solo il Co.id esistono le persone malate che hanno bisogno di aiuto estremo. Cazzo.

SECONDO POST DOPO 24 ORE

GRAZIE A TUTTI

Uniti si vince e si arriva fino a dove si comanda e si decide.

ABBIAMO VINTO

Il direttore del Gervasuto dopo la diffusione mediatica ha deciso di accettare Luca in reparto di riabilitazione.

In questo percorso però non dimentico chi soffre in silenzio e non ha voce.

UNITI SI VINCE

Il messaggio deve essere forte e senza incertezza. Non dimentichiamo una cosa importante:
LA SALUTE È TUTELATA DALLA COSTITUZIONE, LA CURA È UN DIRITTO INALIENABILE E NON CI SI PUÒ DIVIDERE IN CATEGORIE PRIVILEGIATE E LE ALTRE

Grazie a tutti, scusatemi ma non sono abituata a ricevere questa mole di messaggi e sono stata lenta nella risposta.

VITTORIA 🙏

ULTIM'ORA - FLASH NEWS
.:: ENTRA ::.