Il sindaco acquista test rapidi a 6 euro e denuncia: “in struttura privata costa 80 euro”

696

Ieri pomeriggio sono arrivati in Municipio a Buja i test antigenici rapidi ordinati due giorni fa. Il Comune di Buja ne ha acquistati 300. Saranno destinati alla Casa di riposo e verranno utilizzati anche per testare i dipendenti del Comune e gli amministratori ( visto che anche in Municipio nei giorni scorsi abbiamo avuto casi di contagio). L’ obiettivo principale è tutelare al massimo livello gli anziani della casa di riposo. Attualmente l’ Azienda sanitaria sottopone a tampone anticovid operatori e anziani della casa di riposo ogni 15 gg.

“Con questi test rapidi – afferma il sindaco Bergagna – noi pensiamo di fare dei controlli AGGIUNTIVI, ogni 2 giorni. L’ attendibilità di questi test è del 99 per cento sui positivi e del 92 per cento sull’ esito negativo del tampone. Il vantaggio però è la rapidità del risultato”.

I tamponi verranno eseguiti dal personale sanitario della casa di riposo.

“In veste di Autorità Sanitaria locale – prosegue – mi sono preso la libertà di provare un tampone su me stesso.
In 15 minuti ho eseguito il test da solo. Il test non è invasivo ne fastidioso. Esito negativo. Il test indica anche se il tampone nasale è eseguito in modo inadeguato o inattendibile. Per corretta informazione, secondo le autorizzazioni ministeriali questi test devono essere letti da un medico o da personale sanitario. Quindi non possono farlo i cittadini in autonomia. Questo in Italia ovviamente. Serve una Laurea per leggere una linea rossa sul test? Mi pare che il test sia del tutto analogo ad un qualunque test di gravidanza che si compra in farmacia.
Il costo di uno di questi test per il Comune è di circa 6 euro ( acquistati in grande quantità si va sotto i 4 euro)
Il tampone in una struttura privata costa circa 80 euro! Business as asual! Ora si parla di piste di sci, ecc.. Si rischia di uccidere un’ intera economia, in particolare in montagna. La soluzione è molto semplice: prima di fare lo skipass si fa il test rapido! Si seguono le regole di distanza e i limiti di accesso nei locali. A mio personale giudizio l’ uso massivo dei test rapidi può dare ampie garanzie di sicurezza per i settori sportivi. La sicurezza assoluta non esiste, neppure con i tamponi da 80 euro”.

Sostieni Nordest24

ULTIM'ORA - FLASH NEWS
.:: ENTRA ::.