La Coppa del Mondo di Snowbord a Piancavallo: attesa per lo slalom

Dunque sarà spettacolo assicurato! In campo maschile l’Italia avrà l’onore (ma anche l’onere) di difendere il dominio messo in campo dall’opening del massimo circuito a Bannoye

L’attesa è (quasi) finita! Tra poco più di dodici ore si comincerà a fare sul serio a Piancavallo: la Coppa del Mondo di Snowboard alpino è sbarcata sulle nevi del Friuli Venezia Giulia nella giornata odierna, in mattinata è stata disputata l’ultima sessione di allenamento sulla pista di prova e nel tardo pomeriggio si è tenuta la riunione dei capisquadra che ha portato alla formazione delle liste di partenza delle qualificazioni in programma domattina alle ore 10.00

Innanzitutto va sottolineata l’alta qualità del campo partenti, in quanto sulla pista Sauc si sfideranno la quasi totalità degli atleti capaci di superare almeno una qualificazione sin qui in stagione. Fanno eccezione lo statunitense Robert Burns e la fuoriclasse ceca Ester Ledecka: in particolare la campionessa olimpica del format del PGS è impegnata in queste ore nelle gare veloci dello sci alpino in quel di Bansko.

Dunque sarà spettacolo assicurato! In campo maschile l’Italia avrà l’onore (ma anche l’onere) di difendere il dominio messo in campo dall’opening del massimo circuito a Bannoye: su sei competizioni disputate tra slalom e gigante paralleli sono arrivate quattro vittorie ed altri cinque podi, diretta conseguenza sono le leadership tra le classifiche di specialità e la ben più prestigiosa classifica generale.

Se bisogna fare due nomi tra l’ampia rosa azzurra non si può non tirare in ballo il veterano Roland Fischnaller e Maurizio Bormolini: il primo andrà alla caccia della trentesima top-three della carriera nel format in gare di primo livello (Coppa del Mondo, Giochi Olimpici e Mondiali di Snowboard), mentre il secondo proverà ad agguantare il primo successo personale di sempre, sin qui sempre sfuggitogli di un’inezia.

Gli altri membri della squadra A italiana di certo non si accontenteranno di fare da comparse, tra questi Daniele Bagozza ed Edwin Coratti sono reduci dalle ultime due vittorie nel massimo circuito, mentre Aaron March e Mirko Felicetti vantano un grande feeling con lo slalom parallelo. Saranno in gara anche un paio di giovani, ovvero i due classe ’97 Marc Hofer e Gabriel Messner.

In ogni caso gli avversari temibili per gli azzurri non mancheranno a partire dai plurimedagliati austriaci Andreas Prommegger e Benjamin Karl, per arrivare ai russi Dmitry Loginov ed Andrey Sobolev passando dal tedesco Stefan Baumeister.

A proposito di Germania, in campo femminile Ramona Theresia Hofmeister pare senza grandi rivali data l’assenza della già citata Ledecka. La bavarese andrà alla ricerca del quinto hurrà dell’inverno, ma soprattutto le svizzere potrebbero provare a dire da loro con le punte di diamante Julie Zogg, Ladina Jenny e Patrizia Kummer.

Nel settore in gonnella l’Italia proverà ad ottenere il primo risultato pesante dell’inverno che possa dare fiducia in vista del Team Event di domenica, anche se va detto che le snowborder azzurre non sono ancora al livello della controparte maschile. Nadya Ochner e Giulia Gaspari andranno alla caccia della prima qualificazione della stagione nello slalom parallelo e faranno da chiocce alla folta schiera di giovani leve formata da Aline Moroder, Alice Lombardi, Elisa Caffont, Lucia Dalmasso e Sindy Schmalzl.

Non resta che dare l’appuntamento alla giornata di domani: alle ore 10.00 prenderanno il via le qualificazioni, mentre dalle 14.00 le finali riservate ai migliori 16 atleti/e delle discese della mattinata. Ricordiamo che RAI Sport trasmetterà in diretta nazionale la gara a partire dalle 13.55 col commento di Vezio Orazi e Marco Navarra, inoltre si potrà assistere alla gara tramite le piattaforme Streaming della RAI e di Eurosport.

ULTIM'ORA - FLASH NEWS
.:: ENTRA ::.