Liquami dei pozzi neri smaltiti nei tombini pubblici: 19 denunce

È emerso anche che una delle imprese si approvvigionava di acqua pubblica.

931

Smaltivano i liquami dei pozzi neri, prelevati dalle aziende, e li versavano nei pozzetti o nei tombini della rete fognaria pubblica di vari Comuni della provincia di Vicenza, anziché smaltirli negli impianti di depurazione autorizzati.

 Per questo la Guardia di Finanza della città berica ha denunciato 19 persone di cinque società, sequestrato sei autobotti e calcolato un danno patrimoniale e ambientale per 400 mila euro. 

L’illecito, secondo i finanzieri, avveniva in maniera sistematica, secondo quanto accertato da riprese filmate, rilievi fotografici e pedinamenti.

Tra gli escamotage delle società di espurgo per ridurre i costi aziendali, è emerso anche che una delle imprese si approvvigionava di acqua pubblica, sottraendola illegalmente dagli idranti antincendio situati nel territorio provinciale

Donazione a Nordest24.it

10,00
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €10,00

ULTIM'ORA - FLASH NEWS
.:: ENTRA ::.