Maltempo, nubifragio nel Cadore: si è lavorato tutta la notte

Nella notte a scopo cautelativo è stato deciso l’evacuazione di una seconda abitazione con tre persone in Val di Gares per una frana lungo la strada comunale di Canale d’Agordo.

490

Sono proseguite nella notte gli interventi dei vigili del fuoco per il forte nubifragio che nella serata di ieri ha interessato con notevoli danni il bellunese in particolar modo i comuni di Auronzo di Cadore, Dama di Cadore e Santo Stefano.

Non si hanno notizie di persone rimaste ferite a causa del maltempo.

Le squadre dei vigili del fuoco permanenti e volontari presenti con oltre 40 operatori e 15 automezzi, stanno ancora operando per il taglio e la rimozione di alberi, caduti lungo le strade e la pulizia di detriti oltre a operare per numerosi allagamenti.

Ad Auronzo è esondato il torrente del Calvario, provocando numerosi allagamenti tra cui anche un negozio di ottica. Una famiglia di tre persone è rimasta bloccata lungo la SP 6 del passo Sant’Antonio a causa della caduta di alberi e la presenza di detriti sulla carreggiata.

La coppia con un bambino sono stati raggiunti da una squadra dei Vigili del fuoco e portati nella propria abitazione a Padula.

Nella giornata di oggi l’auto sarà recuperata.

Nella notte a scopo cautelativo è stato deciso l’evacuazione di una seconda abitazione con tre persone in Val di Gares per una frana lungo la strada comunale di Canale d’Agordo.

Alle 8 di giovedì sono stati eseguiti 30 interventi di soccorso da parte delle squadre dei vigili del fuoco.

Donazione a Nordest24.it

50,00
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €50,00

ULTIM'ORA - FLASH NEWS
.:: ENTRA ::.