Migranti, “taniche di benzina e forno crematorio”: sospeso Capo Protezione Civile

L’amministrazione comunale di Grado, da cui dipende l’autore di queste dichiarazioni inaccettabili, provvederà alla sua immediata sospensione

3555

Una frase raccapricciante. Che recita: “Servono squadroni della morte e forni crematori” contro gli immigrati in quarantena.

Le parole, sconcertanti, sono quelle del responsabile della Protezione Civile di Grado, Giuliano Felluga, e riguardano la rivolta scoppiata tra i migranti in quarantena all’interno dell’ex caserma Cavarzerani di Udine.

Sui social, Felluga scrive quanto segue: “Non preoccupatevi, stiamo organizzando gli squadroni della morte e nel giro di due giorni riportiamo la normalità… Quattro taniche di benzina e si accende il forno crematorio, così non rompono più”.

Parole di una violenza inaudita, parole inaccettabili.

Ma non è tutto, perché il delirio di Felluga prosegue: “A Grado ci sono persone che metterebbero la firma per avere la roba da mangiare che loro (i migranti, ndr) buttano via. E noi sappiamo solo assistere gli stranieri e i nostri non li aiutiamo”.

Contro il responsabile della protezione civile ha puntato il dito la Cgil regionale, che ha chiesto al sindaco di Grado di rimuovere Felluga dal suo ruolo.

Protezione Civile: unanime condanna per parole Felluga

“Il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, la Protezione Civile della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e il Comune di Grado stigmatizzano le parole diffuse sui social dal coordinatore dei volontari comunali, Giuliano Felluga”.

Lo si legge in una nota ufficiale fatta uscire dal Dipartimento nazionale.

“La protezione civile -si legge nella nota – è una funzione a cui concorrono tutte le amministrazioni, dal piccolo Comune fino alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, e tutte si riconoscono nella missione di tutelare la vita. Le parole usate in quei post sono quanto di più lontano possa esistere dallo spirito dei nostri volontari e da quello dell’intero Servizio Nazionale. L’amministrazione comunale di Grado, da cui dipende l’autore di queste dichiarazioni inaccettabili, provvederà alla sua immediata sospensione”.


Sostieni Nordest24

ULTIM'ORA - FLASH NEWS
.:: ENTRA ::.