Pordenone, controlli: chiusi 5 centri massaggi gestiti da cinesi

595

Nell’ambito dei controlli finalizzati al contrasto della diffusione del COVID-19, la Polizia Locale di Pordenone – Cordenons, ha chiuso cinque centri massaggi gestiti da persone di origine cinese.

Durante i sopralluoghi effettuati, è stato riscontrato che i locali risultavano regolarmente aperti al pubblico, violando le disposizioni dell’ultimo D.P.C.M. che impone la chiusura specifica per determinate attività.

Veniva inoltre riscontrato il mancato uso delle mascherine da parte del personale addetto e la mancata esposizione di informazioni relative alla capienza massima di persone ammesse nel locale.

All’interno non era presente il registro per la tracciabilità dei clienti, necessario per monitorare la diffusione della pandemia.

Oltre alla sanzione, i locali venivano chiusi e segnalati alla Prefettura nell’ambito del coordinamento e controllo per il rispetto delle misure contenitive stabilite dal legislatore.

L’assessore alla sicurezza Loperfido: “Con queste operazioni, a corredo di molte altre recentemente divulgate per la giornata della Polizia Locale avvenuta due giorni fa, si evince con sempre maggior enfasi l’attenzione che il Comando e l’amministrazione comunale mettono ai fini di tutelare la sicurezza e la salute dei cittadini, con un controllo costante e a tutto campo del territorio.”

ULTIM'ORA - FLASH NEWS
.:: ENTRA ::.