San Vito, stop al traffico di mezzi pesanti in centro storico

182

San Vito al Tagliamento, 16 ottobre 2020 – La generale riorganizzazione del sistema viario effettuata in questi anni dall’Amministrazione comunale di San Vito al Tagliamento ha compreso, oltre a numerosi e impegnativi interventi per riqualificare le principali intersezioni viarie, soprattutto la realizzazione della circonvallazione ovvero la bretella di collegamento tra la ex Sp 1 “della Val d’Arzino” (in direzione Villotta – A28) e la Sr 463 (rotatoria Zona industriale Ponte Rosso). Lunga 5 mila 480 metri, costata 30,9 milioni di euro, inaugurata a fine luglio, l’arteria stradale è stata fortemente voluta dagli amministratori e dai sanvitesi per dotare la zona industriale di un collegamento funzionale con le grandi direttrici di traffico e mettere in sicurezza il cuore della cittadina con l’obiettivo di portare “fuori” dalla direttrice del centro soprattutto il traffico di mezzi pesanti.

A corredo di ciò arriva l’ordinanza comunale di divieto in entrambi i sensi di marcia di transito dei mezzi pesanti nel centro storico di San Vito, a garanzia di una maggiore sicurezza. L’ordinanza sindacale con le nuove modalità della circolazione, entrerà in vigore dalla prossima settimana e la relativa segnaletica sarà presto installata. Una decisione che prende spunto dal fatto che lungo il tratto interno del centro abitato del capoluogo attraversato dalla ex Sp 1 “della Val d’Arzino” (interessate viale del Tramonto, via delle Fosse, viale del Mattino) vigono le disposizioni di cui all’ordinanza n. 2885 del 23 ottobre 2006, che ha introdotto il divieto di accesso agli autocarri con massa limite complessiva superiore ai 75 quintali provenienti da A4 – Villotta con direzione Udine. Una decisione presa quattordici anni fa dall’allora Amministrazione comunale in ragione del fatto che non era più sostenibile il passaggio in centro storico, almeno per una direzione, dei cosiddetti mezzi pesanti.

Ci si è poi adoperati negli anni per la realizzazione della circonvallazione che dal 29 luglio di quest’anno è stata aperta e il cui sgravio del tratto di ex Sp 1 costituisce una finalità progettuale della predetta circonvallazione. “Siamo vicino ai tre mesi indicati durante la fase inaugurale per verificare la situazione relativa al traffico pesante inerente la nuova bretella stradale e i tir che transitano in centro storico – afferma il Sindaco Antonio Di Bisceglie -: in queste settimane sono state fatte delle valutazioni che hanno portato ad assumere un provvedimento utile al pieno utilizzo della nuova arteria da parte dei mezzi pesanti. Da queste premesse, annuncio che la Giunta comunale ha deliberato l’istituzione del percorso che vieta il transito per il centro storico dei mezzi sopra i 75 quintali di carico”.

Seguirà l’ordinanza che a partire dalla prossima settimana, una volta pubblicata sull’Albo pretorio, sarà subito in vigore, introducendo il divieto di transito, in entrambe le direzioni di marcia, agli autocarri con massa limite complessiva superiore ai 75 quintali lungo viale del Tramonto, via delle Fosse, viale del Mattino. L’obbligo del rispetto della succitata disciplina sarà destinata anche ai trasporti riferiti alle aziende insediate nella Zona artigianale di viale Zuccherificio, che si dovranno avvalere pertanto della nuova circonvallazione.

L’ordinanza prevede delle deroghe al succitato divieto e cioè per trasporti riferiti a servizi di pubblica necessità (ad esempio la raccolta rifiuti) e altri particolari trasporti che saranno vagliati dal Comando di Polizia locale, in base a “specifiche, comprovate e documentate istanze” dando sempre preferenza all’utilizzo della circonvallazione.

La comunicazione di tale decisione è già stata condivisa con il comitato Pro circonvallazione che in questi anni si è battuta per la realizzazione dell’opera e soprattutto è stata comunicata e spiegata in un apposito incontro, convocato in municipio a San Vito, al rappresentante del Gruppo trasporti della Confartigianato. Il tutto prima dell’assunzione della nuova ordinanza.

“Il divieto di transito agli autocarri – commenta il Sindaco Di Bisceglie – comporterà maggiore sicurezza per i residenti, soprattutto per le fasce più deboli, principalmente lungo viale del Tramonto, via delle Fosse, viale del Mattino, con salvaguardia anche delle strutture viarie, cioè sottoservizi, marciapiedi, elementi di arredo con l’induzione a utilizzare una alternativa valida e funzionale. Una decisione utile alla salvaguardia dei cittadini con benefici sotto l’aspetto ambientale e utile alla zona industriale e all’autotrasporto”.

Donazione a Nordest24.it

10,00
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €10,00

ULTIM'ORA - FLASH NEWS
.:: ENTRA ::.