Semi-Lockdown in Slovenia: chiusi ristoranti, hotel e centri commerciali

1327

Il primo ministro sloveno Janez Janša ha annunciato che la vita pubblica nel Paese subirà uno stop parziale: non è lockdown, ma poco ci manca. 

Una mossa a cui il premier sloveno è stato costretto dopo i numeri allarmanti sulla diffusione del coronavirus in questa settimana e specie oggi. 

Gli esercizi di ristorazione, gli hotel e i centri commerciali verranno chiusi con alcune eccezioni: asili nido, ostelli studenteschi e il trasporto pubblico di passeggeri opererà con solo un terzo delle capacità effettive.

“Riprendiamo il regime che era in vigore in primavera. I decreti che entreranno in vigore saranno simili a quelli che erano in vigore qualche mese fa”, ha detto Janša.

Ad oggi tutte le regioni slovene sono considerate rosse, la situazione peggiore è nella Gorenjska, seguita dalla Carinzia.

Nelle case di cura, 445 fruitori dei servizi sono contagiati. Anche molti dipendenti sono infetti, spiega il portavoce del governo, Jelko Kacin.

Leggi anche:  Il sindaco acquista test rapidi a 6 euro e denuncia: "in struttura privata costa 80 euro"

Donazione a Nordest24.it

10,00
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €10,00

ULTIM'ORA - FLASH NEWS
.:: ENTRA ::.