Udine, CAFC con la Maratonina per promuovere l’acqua di rubinetto e dire no alla plastica

4

Messaggi per ribadire il fermo no alla plastica, e un convinto e motivato sì all’acqua di rubinetto, buona, sana, controllata, a chilometri zero ed economica. Anche quest’anno la collaborazione fra CAFC e Maratonina Internazionale Città di Udine conferma l’impegno finalizzato a promuovere la nostra acqua: “E’ un onore per noi – dichiara oggi il Presidente Salvatore Benigno in occasione della presentazione del programma a Udine – essere a fianco della Maratonina come partnerdi questo evento per trasmettere alle famiglie, ai giovani, agli studenti delle scuole, il claim che ci sta a cuore: l’acqua è fonte di vita e se si vuole essere veramente ecologici, la scelta dell’acqua dell’acquedotto è automatica, in casa, all’aperto, ovunque.

Quest’anno abbiamo voluto rafforzare anche il concetto ecologico legato al rispetto dell’ambiente in nome della filosofia plastic free”. 

In occasione della Staffetta Scuole, sabato 21 settembre, CAFC consegnerà a tutti i partecipanti la t-shirt con logo CAFC e AMU (Associazione Maratonina Udinese) e un flyer, realizzato in collaborazione con Legambiente FVG, contenente le ragioni per prediligere e bere l’acqua di fonte.

La borraccia CAFC, assieme al flyer, verrà consegnata alla corsa non competitiva, aperta a tutti, la StraUdine in programma domenica 22 settembre. Nel tragitto della Staffetta Scuole e della StraUdine si troveranno anche i TNT by CAFC.

Anche agli atleti arriverà il messaggio pro acqua di fonte: lungo il percorso della Maratonina infatti verranno posizionati roll-up CAFC vicino alle fontanelle per l’approvvigionamento idrico oltre a TNT che costelleranno la salita al Castello di Udine per la corsa dei 40 professionisti. 

“L’alleanza con Legambiente FVG si è concretizzata – spiega il Presidente Benigno – nel depliant informativo, frutto di strategie condivise: dopo aver illustrato i 5 motivi per bere l’acqua di fonte, i lettori si troveranno di fronte ad una domanda, ovvero ‘Bottiglie di plastica? No grazie’, e infatti, promuoviamo il consumo direttamente dalle fonti a nostra disposizione per abbattere i costi legati all’imbottigliamento, al trasporto e allo smaltimento della plastica che impatta negativamente sull’ambiente e sui mari”. 

Del resto, per produrre 25 bottiglie di plastica da 1 litro e mezzo sono necessari oltre 17 litri d’acqua e 2 kg di petrolio, per non parlare del danno all’habitat e del costo elevato che dovrà pagare in decine d’anni l’intero ecosistema. 

L’impronta di carbonio di una bottiglia di plastica è quasi uguale a quella prodotta da un’automobile che percorre 1 chilometro.

Per tutti questi motivi CAFC, alla ventesima edizione della Maratonina, lancia di nuovo un appello corale: “Diciamo no alla plastica! Sì all’acqua di rubinetto!”.