Veneto, crollano contagi e ricoveri. Rassegna stampa 4 febbraio

3111

Si consolida la discesa della curva dei contagi da Coronavirus in Veneto: sono 629 i nuovi casi e 57 i decessi nelle ultime 24 ore.

Per i nuovi positivi si tratta di un lieve rialzo dei casi rispetto a ieri (erano 621).

Il totale degli infetti dall’inizio dell’epidemia si aggiorna così a 313.945, quello delle vittime a 9.103.

Continua il calo dei dati clinici: nei reparti non critici sono ricoverati oggi 1.858 malati Covid (-48), nelle terapie intensive 211 (-11). Una curva che, secondo il presidente della Regione, Luca Zaia, “è inspiegabile rispetto a quelle solite, con un’ascesa repentina e un crollo drastico. Abbiamo iniziato le restrizioni – ha ricordato ai giornalisti – il 24 dicembre, con 10 giorni di ‘rosso’ e i restanti ‘arancione’. La curva dell’infezione ha toccato il picco a fine dicembre, e dal primo gennaio inizia a crollare; è improbabile che questo crollo sia causato da una restrizione di 15 giorni prima.

L’ospedalizzazione ha fatto sostanzialmente un’inversione, a condizioni inalterate; non voglio dire che sia escluso che le restrizioni servano – ha precisato – però è innegabile che la nostra curva ha iniziato a calare dopo sette giorni”.

Bene anche un primo bilancio dopo la riapertura in presenza delle aule delle superiori: “Le misure sulla scuola funzionano – ha notato Zaia – e ripagheranno sul tema dell’infezione. Adesso resteremo tre settimane al 50%, poi valuteremo che step adottare per aumentare fino alle quote massime, anche se il decreto prevede il 75%”.

Di questo e molto altro abbiamo parlato questa mattina in diretta durante la rassegna stampa delle ore 6:30 che è possibile riascoltare cliccando qui.

ULTIM'ORA - FLASH NEWS
.:: ENTRA ::.