Zaia: “Veneto in bilico tra arancione e giallo”, oggi i colori delle Regioni

814

Zona rossa, arancione, gialla o bianca. Possibile cambio di colore e regole oggi per le regioni, di nuovo sotto la lente della cabina di regia per l’emergenza Covid e del Cts. Sul tavolo, i nuovi dati Iss del monitoraggio sui contagi che verranno diffusi in giornata e, con loro, il cambiamento di fascia e misure con più o meno restrizioni nel passaggio.

Fondamentale sarà anche stavolta l’andamento dell’indice Rt, soprattutto dopo che i criteri di assegnazione delle zone si sono fatti più stringenti.

Per quanto riguarda il Veneto, le indiscrezioni si rincorrono, con la nostra regione che, di ora in ora, rimbalza da arancione a giallo.

L’ultima parola, ovviamente, spetterà ai dati. In merito Zaia ha spiegato che «le curve continuano a scendere sia per numero di nuovi contagi che di ricoveri negli ospedali» e «in Veneto oggi l’Rt è 0,82», ha annunciato ieri il governatore, che sulle fasce di rischio ha sottolineato: «Non vi so dire se sarà ancora in zona arancione o meno. Ad oggi siamo in arancione per un fattore ‘prudenziale’, ma non avente titolo dato che i nostri parametri sono sempre stati da giallo».

Così secondo Zaia «l’algoritmo darà il giallo per il Veneto, ma occorre valutare se sarà opportuno o meno mantenere l’arancione perché il colore della fascia cambia i nostri comportamenti».

Dovrebbero restare arancioni Calabria ed Emilia Romagna, così come dovrebbe essere confermata la zona gialla per la Toscana. La Liguria, invece, secondo il governatore Toti, avrebbe i dati per tornare in area gialla. Grande novità potrebbe essere la provincia di Trento, oggi in zona gialla, che potrebbe diventare la prima a passare in zona bianca.

ULTIM'ORA - FLASH NEWS
.:: ENTRA ::.