Zoppola (Pn). Trovata morta in casa la 43enne Patrizia Amodio

977

ZOPPOLA. Nella giornata di oggi venerdì 10 gennaio 2020 i vigili del fuoco sono intervenuti presso un’abitazione di Zoppola in provincia di Pordenone, non lontano dal campo sportivo del paese, per cercare di aprire la porta di una casa.

Una volta forzato l’ingresso principale i pompieri hanno fatto la triste scoperta: il corpo senza vita di Patrizia Amodio, 43 anni.

Il medico legale ha fatto risalire il decesso ad almeno 7 giorni fa.

In casa è stato trovato un braciere spento; la causa della morte sarebbe riconducibile a una fatale intossicazione da monossido di carbonio.

Sul posto anche i Carabinieri per i rilievi di legge e ricostruire quanto accaduto.

Secondo le prime informazioni Patrizia era separata e impiegata fino al 31 dicembre alla Uil di Pordenone.

In molti avevano provato a chiamarla sul telefonino, ma questo risultava sempre spento.

È stato il fratello, che vive in provincia di Treviso, a lanciare l’allarme, presentando anche la denuncia di scomparsa alle forze dell’ordine.