Covid Fvg, report settimanale: calano ricoveri, nuovi casi -17,7%, decessi -48%

311

“La settimana appena conclusa (13/2-19/2) mostra una situazione in miglioramento, con diminuzione del numero di nuovi casi e con una riduzione della pressione sul servizio sanitario sia in area critica sia in area non critica”.

E’ questa in sintesi, la situazione del Covid in Fvg, secondo l’analisi scientifica dell’andamento della pandemia fatta dal data scientist della Sissa Guido Sanguinetti.

Nella settimana trascorsa “si sono rilevati 1778 nuovi casi (contro i 2161 della settimana 06/2-12/2, con una diminuzione del 17,7%).

Il numero di persone testate per la prima volta scende però a 14843 (contro gli oltre 17000 della settimana precedente), con un rapporto di casi positivi su casi testati in lieve diminuzione al 12% (contro il 12,6% della settimana precedente)”, riporta Sanguinetti.

“Per la prima volta dall’inizio dell’anno, il dato FVG del rapporto di casi positivi su casi testati scende al di sotto del dato nazionale, che questa settimana si attesta al 13,8% (in crescita sostanziale rispetto all’11,9% della settimana precedente)”.

Cala la pressione sul servizio sanitario: “Sia in terapia intensiva con 56 ricoverati (contro i 64 del 12/02), sia soprattutto nei reparti ordinari con 349 ricoverati a fronte dei 440 il 05/02.

Per la prima volta dalla settimana del 21/11/2020 la regione scende al di sotto della soglia di allerta per i ricoverati sia in area critica sia nei reparti ordinari. Il dato dei decessi è anche in forte miglioramento con 77 decessi registrati nel periodo 13/2-19/2, poco più della metà dei 149 registrati la settimana precedente”, rende noto il ricercatore.

In sintesi, “tutti gli indicatori considerati registrano un marcato miglioramento, anche se i ricoveri particolarmente in terapia intensiva rimangono alti.

Il dato più incoraggiante è la fortissima flessione registrata nel numero dei decessi, con un -48%, dopo molte settimane di bilanci pesantissimi.

Rimane importante mantenere alta la guardia, anche alla luce delle dinamiche repentine di aumento che si stanno verificando in altre regioni italiane”, conclude Sanguinetti

ULTIM'ORA - FLASH NEWS
.:: ENTRA ::.